top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Catalucci

NAPOLI LAZIO. SPALLETTI E SARRI, DUE TECNICI A CONFRONTO MOLTO SIMILI

In campo il nuovo momentaneo "principe" dei marcatori del campionato, Osimhen, contro Immobile, ottavo assoluto nella classifica all-time di Serie A



- articolo di Massimo Catalucci


Napoli, 3 marzo 2023 - Grande rispetto tra i due allenatori di Napoli e Lazio che hanno un'idea di calcio piuttosto simile e tendente al possesso di palla con una vocazione a giocare all'attacco, con pressing alto.


Quella di stasera dovrebbe essere una gara molto tattica, con attenzione da ambo le parti nella chiusura di tutte le linee di passaggio.


Il Napoli lo conosciamo già e sappiamo che è maturato molto sotto ogni profilo, sia sotto quello del gioco che della tecnica e della testa.


La Lazio arriva a questa gara anche lei con una maturità in più acquisita. Ha più solidità nel reparto difensivo e gli schemi di gioco dettati da Mister Sarri, sembrano ora girare meglio, così come la mentalità appare più quella di una squadra che è consapevole del proprio potenziale ma che sa anche rispettare l'avversario, chiunque esso sia, rimanendo umile.


Insomma, gli ingredienti per assistere stasera ad una gara di alto livello, ci sono tutti.


Sarri recupera Romagnoli (indispensabile) per la difesa laziale, che dovrebbe far coppia con Patric (Casale squalificato); ai lati della linea difensiva, Hysaj da una parte appare in vantaggio su Lazzari, mentre sul lato opposto dovremmo trovare Marusic; in porta, naturalmente, Provedel; a centrocampo teoveremo Cataldi in mezzo con Milinkovic-Savic a destra e Luis Alberto a sinistra (quest'ultimo oramai entrato negli schemi del tecnico laziale); davanti, ci sarà anche Zaccagni che farà coppia con Felipe Anderson per le ali di attacco biancoceleste, con l'ariete centrale Immobile.



Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-gara


SPALLETTI - "Qui ci sono basi ottime per un ciclo: un gruppo sano, calciatori forti e giovani che possono esplodere negli anni. La società è stata brava a sceglierli. Lo staff di Giuntoli è bravo a individuarlo, ma poi la società deve acquistarli. Aprire un ciclo è possibile perché ci sono ancora calciatori che hanno giocato poco e che possono giocare di più. A me piange il cuore per Elmas che dovrebbe giocare di più: lui non è mai venuto da me a chiedermi perché, c’è anche Raspadori che è stato un investimento importante ed è il futuro del calcio italiano, così come scommetterei su Gaetano e Zerbin".


"Non penso che il campionato sia scarso: io occupo tutto il tempo a costruire bene le cose che dobbiamo fare noi, poi in fondo valuteremo se ci sono state distanze con gli avversari. Domani (Oggi - NDR) per me è un derby del condominio di cui parlo sempre, non ci interessano altre cose. Fin qui dobbiamo solo dare meriti a questa squadra, al di là dei risultati ma per il modo in cui siamo scesi in campo con continuità".


"Per me non c’è alcuna rivincita verso nessuno. Io provo solo a far bene il mio lavoro, non devo fare altro. Sono i risultati in campo che fanno la differenza. I complimenti dei miei vecchi tifosi mi fanno piacere, c’è qualche pagina social che ancora mi difende. Se dei giovani ti stanno ad ascoltare e ti seguono, mi responsabilizza. Io ho sempre dato il massimo e mi sono sempre comportato nella maniera migliore possibile. Anche quando la stampa non la vedeva così. Io sono bravo se la squadra gioca bene".


"Scudetto perso in albergo? Secondo Sarri, il risultato di Inter-Juventus ha influito sulla corsa. Poi io prendo sempre me come obiettivo e non penso mai alle cose che fanno gli altri. Vero che stavamo vincendo ed è vero che ho fatto delle sostituzioni che hanno determinato quella roba lì, perché eravamo molto sofferenti e in inferiorità, ma che io sia il responsabile di quello che poi è successo... Io non voglio dare responsabilità a nessuno, ma solo a me stesso".


"Lazio-Napoli all’andata? Secondo me i pareggi con Fiorentina e Lecce sono stati più determinanti, abbiamo tenuto la stessa mentalità nonostante le difficoltà e abbiamo lavorato ogni giorno".


SARRI - Poche e sintetiche le parole del tecnico biancoceleste nelle dichiarazioni lasciate nel pre-gara di oggi e usate per caricare l'ambiente laziale: "Non saremo la vittima sacrificale, andiamo lì con la faccia di c... all'attacco. Ci possono stare gli errori, si può anche perdere, ma dobbiamo credere alla vittoria sino in fondo".


Le probabili formazioni


NAPOLI (4-3-3) la probabile formazione: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia.

All.: Spalletti


LAZIO (4-3-3) la probabile formazione: Provedel; Marusic, Patric, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.

All.: Sarri


La squadra arbitrale, VAR e AVAR


Arbitro: Luca Pairetto

Assistenti di linea: Lombardo-Rossi

IV Uomo: Orsato.

VAR: Chiffi

AVAR: Marinelli

Dove seguire la gara in TV e in Streaming

Napoli-Lazio sarà giocata stasera con inizio alle ore 20:40 nello Stadio Armando Maradona (ex San Paolo) di Napoli e sarà visibile in esclusiva su DAZN tramite Smart TV, console (PS4, PS5 o XBOX One), in diretta streaming su tablet e smartphone grazie all’app di DAZN o direttamente su browser tramite il proprio PC. Il match sarà trasmesso anche da Sky sul canale Zona DAZN.


ELENCO ARTICOLI LAZIO ANNO 2022-2023 ======================================================= Nell’elenco che segue trovate tutti gli articoli a firma di Massimo Catalucci, della stagione calcistica 2022/2023 della S.S. Lazio – Cliccare sul link del “Titolo” che interessa per leggere l’articolo collegato.


ELENCO ARTICOLI LAZIO ANNO 2022-2023

=======================================================

Nell’elenco che segue trovate tutti gli articoli a firma di Massimo Catalucci, della stagione calcistica 2022/2023 della S.S. Lazio – Cliccare sul link del “Titolo” che interessa per leggere l’articolo collegato.



Commentaires


bottom of page