top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Catalucci

REGIONALI DEL LAZIO. GHERA - ROTONDI, LA SFIDA CONTINUA

I due candidati di Fratelli d'Italia pronti alla sfida politica per rilanciare la sanità, i trasporti, la viabilità, la sicurezza, l'impresa e un nuovo piano rifiuti



- articolo di Massimo Catalucci


Roma, 3 febbraio 2023 - "Riqualificheremo le ferrovie regionali del Lazio - dichiara Fabrizio Ghera che aggiunge - a partire dalla Roma - Lido, devastata dalla Giunta Zingaretti, trasformandola in linea metropolitana. La nuova amministrazione metterà fine agli incubi dei pendolari".


Ghera non si limita ad evidenziare l'immobilità della Giunta Zingaretti ma ne ha anche per il Sindaco di Roma che marcherà ancora più stretto, qualora dovesse essere rieletto alla Regione Lazio ed in particolare, proprio qualche giorno fa, interveniva su alcune problematiche che condizionano la Polizia Municipale della Capitale: "Inaccettabile il silenzio del sindaco di Roma Roberto Gualtieri - dichiara Ghera - sulla campagna di stampa in merito al presunto assenteismo dei Vigili Urbani e ai certificati medici di inidoneità ad alcuni servizi. Il Primo Cittadino - prosegue Ghera - ha il dovere di tutelare l’onorabilità del Corpo in attesa di eventuali indagini. Sarebbe scorretto se questa vicenda mediatica fosse utilizzata per spiegare le difficoltà operative, invece generate da altri fattori, sia dall'elevata età media degli agenti (55 anni circa) e dalle conseguenti problematiche di salute, che dalle carenze d’organico di migliaia di unità."


Il consigliere regionale uscente e capogruppo di Fratelli d'Italia, insieme all'altra candidata con cui fa coppia in queste elezioni regionali del Lazio 2023, Marika Rotondi, stanno battendo, incessantemente, ogni angolo del territorio laziale, dalla Capitale ai 120 comuni di provincia che ne fanno parte, per affermare il loro impegno sociale e politico in questa nuova sfida elettorale che punta a rilanciare, dopo dieci anni di Giunta di sinistra, nella regione: la sanità, i trasporti, la sicurezza, l'impresa e un nuovo piano rifiuti.


Ma quella di presiedere il territorio, costantemente, con la loro presenza, non è solo un fatto legato alle imminenti elezioni ma è una peculiarità che distingue i due candidati che considerano l'attività politica non dietro la scrivania di un ufficio ma tra la gente.


In particolare Fabrizio Ghera, primo tra gli eletti di Fratelli d'Italia alle precedenti elezioni regionali, è da tutti stimato proprio per questa sua caratteristica di essere sempre vicino ai problemi che i territori manifestano per farsene carico e portarli nelle sedi istituzionali preposte dove fare le dovute battaglie politiche al fine di produrre le soluzioni più idonee, caso per caso.


Da parte sua, Marika Rotondi, oltre ai punti già su menzionati, evidenzia la necessità di puntare sulla genuinità delle candidature del partito di Giorgia Meloni.


"Abbiamo visto che in queste comunità nell'arco del tempo, in molti si stanno presentando come rappresentanti di Fratelli d’Italia, o almeno vorrebbero affrancarsi al simbolo - dichiara Marika Rotondi che aggiunge - Occorre serietà, legame con il territorio e dobbiamo diffidare delle imitazioni. Questo non vuol dire che non dobbiamo essere inclusivi, mai come oggi abbiamo bisogno di forze nuove soprattutto per dare tutto a questi territori. Ma dobbiamo valutare le persone, osservare chi davvero tiene ai nostri ideali e ai nostri comuni."


"Questo servirà anche per non incappare in errori già visti in altri partiti, dove ci sono state crescite esponenziali e delle cadute in pochissimo tempo”.


Il "tour" elettorale nel Lazio continuerà per i due candidati fino al momento prima del silenzio elettorale ma fino a quel momento, Ghera e Rotondi, saranno presenti in molte riunione per portare a conoscenza dei cittadini i loro progetti politici per il prossimo futuro, qualora venissero eletti.


Nelle foto che seguono, uno dei tanti eventi a cui hanno preso parte Fabrizio Ghera e Marika Rotondi, dove hanno partecipato, lo scorso mercoledì sera anche il Dirigente romano Diego Cursio, Domenico Ricci, Laura Pasetti (Cons. IX Mun. Roma), Maricristina Masi (Cons. Roma Capitale), Andrea De Priamo (Sen. della Repubblica), Fabio Rampelli (Vice Presidente della Camera dei Deputati).





















nnnn






















Kommentare


bottom of page