top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Catalucci

DA SETTEMBRE PROSSIMO ARDEA AVRA' I PRIMI DUE SPORTELLI D'ASCOLTO PER L'ENDOMETRIOSI

Ortolani e Micoli (FdI): "Ora le donne di Ardea e zone limitrofe, potranno usufruire gratuitamente di uno sportello di ascolto dedicato esclusivamente all'endometriosi"



- Comunicato Stampa


(NEWS & COMMUNITY - Look at the World) Ardea, 10 luglio 2023 - "Quando il presidente del 'Gruppo Sociale Difesa Valori e Diritti 4.0', il Dott. Massimo Catalucci, ci ha fatto conoscere più da vicino, attraverso le testimonianze di chi vive le enormi sofferenze che patiscono coloro che sono colpite da endometriosi (oltre 3.000.000 di donne solo in Italia), sia sotto il profilo fisico che psico-emotivo, causate dalle lacerazioni pelviche ed extra-pelviche che tale patologia comporta e come, questa sia ancora poco conosciuta ma molto diffusa e che necessita di anni di ricerca prima di giungere ad una diagnosi certa, non abbiamo esitato un attimo nel confermare all'associazione stessa, la nostra piena disponibilità nel voler sostenere le loro azioni."


"E così ci siamo subito attivate, coinvolgendo l'intera amministrazione locale, per promuovere nella nostra città di Ardea, un progetto ambizioso che ha l'obiettivo di portare alla promulgazione di una legge specifica sull'endometriosi che tuteli al cento per cento le donne che ne sono colpite, sia da un punto di vista dei lunghi percorsi di ricerca e di analisi cui le stesse devono sottoporsi e le conseguenti terapie costanti e continuative (la patologia non ha ad oggi una cura definitiva ed è cronica), sia da un punto di vista socio assistenziale e psicologico, oltre che economico."


"Il 31 marzo dell'anno in corso, in occasione del "1° convegno sull'endometriosi: cos'è, chi colpisce, come riconoscerla, come affrontarla" - abbiamo voluto dare un segnale forte alla collettività, del nostro impegno sociale e politico, garantendo l'apertura dello sportello di ascolto sull'endometriosi nel nostro Comune."


"Così, dietro nostra indicazione, il Sindaco Maurizio Cremoni, alla presenza dell'Assessore dei Servizi alla Persona ed altri consiglieri e assessori del nostro comune, in occasione di quel primo convegno sull'endometriosi tenutosi nella nostra città di Ardea lo scorso 31 marzo, annunciò che presto la nostra amministrazione avrebbe concesso all'associazione "Gruppo Sociale Difesa Valori e Diritti 4.0", degli spazi per gestire gli sportelli d'ascolto per le donne affette da endometriosi o che sospettano di esserlo."


"Un impegno sociale e politico preso in pubblico solo tre mesi fa e che oggi, dopo un'attenta analisi del territorio per individuare dove predisporre gli spazi da destinare al progetto sul'endometriosi, ci permette di annunciare in questo comunicato stampa, che da settembre prossimo Ardea avrà, non uno ma due sportelli di ascolto dedicati alle donne affette da questa patologia, nelle località di:


- Montagnano


- Tor San Lorenzo."


"Lo sportello pubblico, a cui avrà accesso gratuitamente l'utenza femminile interessata dalla patologia qui descritta, sarà coordinato nella regione Lazio da Moira Masi che si occupa anche dell'organizzazione dei convegni di sensibilizzazione della cittadinanza, riguardo l'endometriosi, nei vari comuni della stessa regione. Masi è fondatrice, insieme ad altre figure professionali, del "Gruppo Sociale Difesa Valori e Diritti 4.0" che è rappresentato legalmente dal Dott. Massimo Catalucci, presidente. E' da segnalare anche il grande contributo che l'Ass. A.L.I.C.E. odv, nella persona della sua referente regionale del Lazio, Arianna Cupolo, sta fornendo al progetto endometriosi qui descritto."


"In questa prima fase di lavoro, il programma dedicato all'endometriosi, studiato e messo a punto da tutto lo staff di professionisti del settore facenti riferimento al gruppo sociale su menzionato che è detentore, altresì, come già accennato, del programma di sviluppo e diffusione delle informazioni, della gestione e del coordinamento degli sportelli di ascolto, nonché della formazione professionale delle nuove figure di consulenti di sportello, è nella sua fase sperimentale e fungerà da progetto pilota che ci auguriamo si estenderà presto in tutta Italia e che accompagnerà tutto l'iter di studio e sperimentazione sul campo, fino all'approvazione e conseguente promulgazione, speriamo in tempi ragionevolmente brevi, ad una legge ad hoc, che da troppi anni le donne che ne sono colpite, attendono."


Lo dichiarano in un comunicato stampa congiunto, i consiglieri comunali di Ardea di Fratelli d'Italia, Veronica Ortolani e Emanuela Micoli


Comments


bottom of page