top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Catalucci

SICUREZZA AD ARDEA: IL SINDACO INCONTRA L'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI E IL COMITATO DI QUARTIERE

Già nel 2018 un corteo di persone manifestò per la sicurezza nelle vie di Tor San Lorenzo. Piero D'Angeli: "Tutte le nostre istanze alle istituzioni sono rimaste inascoltate"



- articolo di Massimo Catalucci


Ardea, 27 novembre 2022 - Sono anni che i cittadini di Ardea, chiedono alle istituzioni di fare qualcosa per avere maggiori controlli sul territorio, da parte delle forze dell'ordine.


"Confidiamo in questa nuova amministrazione - dichiara Piero D'Angeli, Presidente del Comitato di quartiere Nuova California - affinchè si adoperi verso le istituzioni centrali per poter far in modo che aumentino i controlli ad Ardea da parte delle Forze dell'ordine".


Già nel 2018, un grido esasperato di aiuto, da parte dei cittadini, si alzò forte tra le vie di Tor San Lorenzo, località balneare di Ardea, luogo, dove spesso abbiamo dovuto registrare fatti di cronaca legati a furti in attività commerciali e appartamenti, oltre a risse con accoltellamenti, soprattutto tra immigrati, dove non disdegna però di prendere parte anche qualche cittadino italiano.

In quell'occasione furono molti i cittadini che scesero in strada, in modo composto e autorizzato, per manifestare il loro dissenso e allo stesso tempo, la loro richiesta di aiuto alle istituzioni ma a nulla è valso, visto che ad oggi, chi vive di espedienti ed è abituato a delinquere, continua imperterritotio la sua attività illegale, compromettendo un territorio che dovrebbe essere occupuato dai cittadini che vivono nella leglità, mentre, invece è occupato in ogni angolo da chi spaccia e crea destabilità sociale magari cercando di tirare dalla loro parte i giovani con facili guadagni legati allo smercio di stupefacenti.

Pratica, quest'ultima, che diventa facile per chi deve invogliare un giovane a delinquere che, per mancanza di un presidio del territorio costante da parte delle forze dell'ordine e per la mancanza di opportunità alternative sane (attività sportive, sale ricreative, concerti ed eventi di diversa natura) si lascia convincere che la strada dell'illegalità sia l'unica percorribile ad Ardea.

Questo aspetto, certamente, non vuole essere un attenuante per molti giovani ma è sicuramente, qualcosa che si può evitare se le istituzioni locali, almeno laddove c'è carenza di risorse economiche, strutturali, strumentali e umane, in accordo con Commercianti, Associaizoni e pro Loco, attivassero una rete di iniziative da proporre nei vari territori di Ardea con costanza e continuità, al fine di riconsegnare la città ai cittadini che hanno il diritto di viverla in piena libertà e sicurezza.

"Siamo consapevoli che la situazione è grave - dichiara il Sindaco di Ardea, Maurizio Cremonini - abbiamo già provveduto al ripristino dell'uso delle telecamere (già intsallate in punti sensibili della città - NDR) che non erano funzionanti e le abbiamo rimesse in funzione. Sono stati effettuati degli arresti nei giorni scorsi - aggiunge Cremonini - e ci auguriamo che a breve la piazza venga terminata (riferito alla piazza che si sta rifacendo il look, intestata a Borsellino e Falcone - NDR) in modo che possiamo incrementare anche con l'illuminazione la sicurezza. Noi siamo con i cittadini ma i tempi della Pubblica Amministrazione sono piuttosto lunghi".

Il Sindaco ha anche evidenziato che all'inizio dell'anno ci sarà un nuovo regolamento del verde per una migliore gestioni dei parchi pubblici.

"La vivibilità è al centro del nostro programma - conclude il SIndaco - ovvviamente, lasciare più spazio alla gente per bene, significa allontanare gli spacciatori e delinquenti in generale".

In queste ultime battute, il Sindaco ha voluto evidenziare come, ogni evento autorizzato sia presieduto dalle forze dell'ordine per cui, già questo, diventerebbe un deterrente per chi volesse delinquere e allontanerebbe coloro che, atttualmente, occupano, illegalmente, quegli spazi per animare risse, per spacciare, per creare destabilità sociale e segnarli quali loro territori di azione.

Creare eventi di interesse sociale nel territorio, come suggerisce il portavoce dell'Associzazione Commercianti di Ardea, Vincenzo Guiderdone, occupando legalmente le piazze, i parchi e le strade, senza dimenticare il mare, una grande risorsa per Ardea, significa dare l'oppotunità ai cittadini per bene, di riprendersi la loro città.

"Questo territorio sta diventando terra di nessuno - afferma Vicenzo Guiderdone che oltre ad essere il portavoce dell'Assocazione è un noto commerciante di Ardea e aggiune - Qui, la sera alle sette c'è il coprifuoco, la gente ha paura. Noi, da parte nostra (riferito ai commercianti di Ardea - NDR) quello che stiamo cercando di fare è di dare vita a questo paese, con delle iniziative, ne abbiamo tantissime in mente, per fare uscire la gente e occupare le piazze, i parchi, con molte manifestazioni varie per combattere questo degrado, sperando di tornare ai livelli di vivibilità di tanti anni fa. Noi ci proviamo".


VIDEO INTERVISTE


Video Reportage


Video intervista a Piero D'Angeli - Presidente CdQ Nuova California



Video intervista al Sindaco di Ardea Maurizio Cremonini



Video intervista a Vincenzo Guiderdone - Portavoce dell'Ass. Commercianti di Ardea



Kommentarer


bottom of page